• LA VIA DELLA SALVEZZA

    “Gesù va verso Gerusalemme” cioè verso il luogo della sua Pasqua, il luogo della sua passione e della sua gloria. Dove offrirà la sua vita per amore e dove sarà rifiutato, il luogo in cui Dio Padre lo risusciterà, il luogo in cui salverà l’umanità.

    La strada della salvezza. Gesù passava tra strade e villaggi e insegnava. Cosa? Certamente la strada della salvezza. Per questo era venuto. Anche noi lasciamoci insegnare da Gesù la strada della salvezza che ci libera dalla morte. Qualcuno gli chiede se saranno pochi quelli che si salveranno. Gesù non risponde a questo problema. Mai Gesù e mai la chiesa parla del numero dei salvati se non per proclamare forte il desiderio di Dio, del Padre “di riunire gli uomini da tutte le nazioni e da ogni lingua” (1 lettura). “Verranno da oriente e da occidente e siederanno a mensa nel regno di Dio” (Fine del Vangelo). Gesù non risponde al numero dei salvati, ma mostra la strada della salvezza e dice:”Lottate per entrare dalla porta stretta”.
    “Lottate per entrare dalla porta stretta”. Lottare: perché se la salvezza è una grazia però non saremo salvati senza la lotta…..Ma una lotta particolare….Una lotta per diventare piccoli.. Come entrare in una porta stretta senza diventare piccoli? Dio , che vuol salvare tutto il mondo non si diverte a ridurre le dimensioni della porta attraverso cui passare? E’ assurdo!
    Per entrare nel Regno bisogna diventare discepoli di Colui che è dolce e umile di cuore. “Se non diventerete come bambini non entrerete nel Regno dei cieli”. Questa porta stretta è Gesù stesso. “Io sono la porta delle pecore” chi passa attraverso di me sarà salvato. “lottate per entrare dalla porta stretta” vuol dire semplicemente “Lottate per diventare miei discepoli”. Ma ascoltiamo il seguito che è fondamentale “Molti, io vi dico, cercheranno di entrare ma non saranno abbastanza forti”
    “Lottate per essere discepoli”. Gesù in questo versetto afferma che ciò che domanda è impossibile…..alle nostre proprie forze. Gesù è il maestro dell’impossibile. E’ esattamente, colui che per la sua grazia, ci permette di entrare dalla porta stretta. Gesù non è soltanto un modello da seguire, da imitare ma anche colui che ci rende capaci di seguirlo. Colui che si offre a noi per salvarci. Ilnostro dramma è che vogliamo fare il cristianesimo senza Cristo. Vogliamo lottare per Lui senza passare attraverso di Lui. E allora abbassiamo le esigenze e accomodiamo il cristianesimo alla nostra misura.
    “Lottare per entrare dalla porta stretta”: Lottare con fiducia contando su di Lui. Lui sarà il Primo e noi lo seguiremo. Li il Primo” Noi lo seguiremo , importante è seguire Lui non preoccuparci se arriveremo.

    Firma Mani